Se le pareti dei macelli fossero di vetro, tutti sarebbero vegetariani...

giovedì 28 novembre 2019

ACARI ROSSI. INFILTRATI NELL'ALLEVAMENTO DEGLI ORRORI. Una vita in gabbia. Topi e acari rossi infestanti persino sin dentro agli occhi.



UNA VITA IN GABBIA. Topi e acari rossi infestanti persino sin dentro agli occhi.

La squadra investigativa di Animal Equality in collaborazione con Piergiorgio Giacovazzo - inviato e presentatore del Tg2 - rilascia una nuova scioccante investigazione realizzata all’interno di uno stabilimento con centinaia di migliaia di galline allevate in gabbia per la produzione di uova. Gli animali sono costretti a vivere in spazi minuscoli in condizioni igienico sanitarie inaccettabili, tra cadaveri delle proprie compagne, topi, feci e sporcizia. L'allevamento è infestato dagli acari rossi, insetti che ricoprono ogni centimetro e che colpiscono anche uova e galline. Se vuoi fermare tutto questo, firma la nostra petizione indirizzata alle associazioni di categoria e al Ministro. Pretendiamo delle risposte! Firma ora su http://www.ilveroprezzodelleuova.it

Per favore guarda quel formicolio di acari rossi infestanti sin dentro agli occhi delle povere galline chiuse a migliaia nelle gabbiette x rubare loro le uova (gliene fanno fare anche di più e più grosse del normale).


 



3) Terza petizione: Aiutaci a cambiare la legge sui macelli ✍️ https://campaigns.animalequality.it/video-macello-artigianale/


La Gallina che guarda prima di attraversare la strada e poi l'attraversa di corsa dopo aver riguardato bene

Per tutti coloro che ancora sono convinti che le galline siano stupide, l'altro giorno mia nonna mentre guardava la TV si affaccia dalla finestra e si accorge che le mie 2 pupazzotte 🐔🐔 erano a becchettare l'erba dall'altra parte della strada. Subito scende e ne prende una in braccio per riportarla a casa. L'altra l'avrebbe presa dopo. Invece ha visto che quella rimasta a terra ha guardato di qua e di là poi è partita in picchiata per attraversare la strada di corsa. Poverina aveva capito che la strada luogo molto pericoloso. Che Dio ti benedica tesoro♥️

mercoledì 27 novembre 2019

��Macello industriale o artigianale: c'è differenza?






Aiutaci a cambiare la legge sui macelli: https://campaigns.animalequality.it/video-macello-artigianale/

A differenza di quello che pensano molti, non c’è alcuna differenza tra un macello industriale ed uno artigianale. Spesso si crede che nelle realtà più piccole ci sia più rispetto nei confronti degli animali, ma non è così!
➡️Lo dimostrano le immagini che abbiamo ricevuto, girate all’interno di un macello artigianale, immagini che mostrano chiaramente le incredibili sofferenze che gli animali sono costretti a subire anche in realtà piccole e artigianali. Le immagini rivelano anche una scarsa attenzione al rispetto delle norme:
➤ Procedure di stordimento inadeguate
➤ Pessime condizioni igienico-sanitarie
➤ Nessuna supervisione veterinaria
Tutti gli animali allevati a scopo alimentare sono destinati al macello, questi luoghi dovrebbero essere sottoposti a controlli stringenti e severi, e chi non rispetta le norme dovrebbe andare incontro a pene più severe di quelle attualmente previste. Bisogna cambiare la legge ORA, per garantire che gli animali non subiscano più maltrattamenti e abusi dietro le porte chiuse di questi luoghi.
Aiutaci a cambiare la legge sui macelli ✍️ https://campaigns.animalequality.it/video-macello-artigianale/
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Animal Equality è un'organizzazione non profit per la protezione degli animali allevati a scopo alimentare, fondata nel 2006 e attiva a livello internazionale in 8 paesi.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

martedì 26 novembre 2019

IL SUO NOME E' KEN-POLLO (Parodia di IL SUO NOME E' KEN-FALCO)

 


TESTO KEN-POLLO (SIGLA) 💕🐤🐥❤

Senti ragazzo,
nella tua stanza
tra i manifesti degli eroi,
lasciagli un posto,
perche' tu da grande
di lui ti ricorderai!

il suo nome e' Ken, Ken Pollo,
NON LO ABBATTERANNO PIU'🐤🐥

quello che fa Ken, Ken Pollo,
tu da grande lo farai!         (CON VOCE METALLICA: "ossia metterti a fare le uova... Così capisci quanto soffrono i poveri polli... Loro sono uccellini tormentati da tutti su questa Terra e vanno assolutamente protetti da noi")

Senti ragazzo,
non esitare,
se un giorno tu empatia per lui avrai,
cerca il suo sguardo
e stai sicuro
che il coraggio ritroverai!

RITORNELLO (ripetere 4 volte):

il suo nome e' Ken, Ken Pollo,
non lo abbatteranno più!

quello che fa Ken, Ken Pollo,
tu da grande lo farai!

lunedì 25 novembre 2019

Quello che sta facendo il Coordinamento LAM ha un senso. E presto si vedranno anche Galline libere perchè viste come da Compagnia

Notizia dell' altri ieri. In Veneto il consumo di carne di coniglio è calata del 70%, sentore che il coniglio è considerato ormai come animale da compagnia.. ti dirai: e le galline? È un percorso lungo e difficile ma almeno la mentalità per quella specie è cambiata. E oggi si vedono in giro conigli liberi.
Quello che stai facendo ha un senso. 💪🏻
Commenti

venerdì 22 novembre 2019

Coordinamento LAM (Gif simpatica di animazione per presentare le ns. attività istituzionali)


Coordinamento LAM(ù)
Lega Anti Macellazioni


Progetto UNA GALLINA PER AMICA qui
Petizione STOP PULCINI NEL TRITACARNE (per firmare qui)
Iniziativa Europea STOP SLAUGHTERS: Progetto Europeo Bistecca Vegetale (qui)
http://coordinamento-movimentolam.blogspot.com/

L'avvento della Gallina quale Animale da Compagnia nel corso degli anni 2000


https://www.animalidacompagnia.it/la-gallina-da-compagnia-cosa-consigliare/

Gli anni 2000 hanno visto l’evolversi della gallina ad animale da compagnia. La principale motivazione dei proprietari è ecologica: una gallina ricicla fino a 200 kg di avanzi alimentari in un anno, produce escrementi che possono essere utilizzati come fertilizzante per il giardino o il compostaggio e si nutre di insetti, lumache e chiocciole, rendendo così inutili i trattamenti chimici.
Inoltre, non si deve dimenticare che i proprietari possono beneficiare della compagnia di un animale molto socievole e raccogliere uova extra-fresche. Tuttavia, per mantenere queste galline da compagnia in buona salute, è indispensabile conoscerne i bisogni fondamentali e saper riconoscere i primi sintomi di malattia.

COME SCEGLIERE LA GALLINA GIUSTA?

Nel mondo, esistono più di 200 razze di galline, ciascuna con le proprie caratteristiche: taglia (razza nana, media o grande), piumaggio, produzione orientata alle uova o alla carne. Esistono anche razze ibride, ottenute dall’incrocio di razze pure con la finalità di aumentare la produzione di uova o di carne; per esempio la gallina rossa è molto diffusa. Anche le uova possono essere più o meno grandi e a volte colorate.
L’aspettativa di vita di una gallina è variabile: da 4 a 6 anni per le razze ibride, e fino a 10 anni per le razze pure. La presenza di un gallo non è necessaria per avere delle uova, ma lo è per ottenere dei pulcini (la cova dura 21 giorni).
Il gallo è utile per cacciare gli intrusi, ma si può mostrare aggressivo e il suo canto è spesso fonte di dissapori con il vicinato. Si deve considerare l’introduzione di un gallo ogni quattro (razze nane) – dieci galline.
La gallina è un animale sociale e ha bisogno di compagnia; si raccomanda, quindi, di possederne almeno due per poter assicurar loro una vita normale. Le galline coabitano senza problemi con altre specie di volatili, mentre la presenza di un gatto, utile per limitare la moltiplicazione dei roditori (ratti, topi), rappresenta un rischio per la produzione di pulcini.
Allo stesso modo è difficile impedire ai cani di avere un comportamento predatorio sulle galline.

COME COSTRUIRE E ALLESTIRE IL PROPRIO POLLAIO?

Il pollaio deve essere facile da pulire e costruito in modo da impedire l’intrusione di predatori. È necessario sopraelevare, rispetto al pavimento del pollaio, gli spazi “notte” e “deposizione” per garantire un adeguato isolamento dall’umidità.
Le galline al crepuscolo si dispongono sui posatoi, per dormire al riparo dei predatori e dai parassiti. I posatoi devono essere adatti alla dimensione delle zampe: piatti, con i bordi arrotondati e di una larghezza sufficiente da permettere il sostegno delle dita (7 cm di media). Si deve prevedere quindi una larghezza dei posatoi di almeno 18-25 cm per gallina.
Un piano rimovibile coperto di segatura o di trucioli di legno e posizionato sotto i posatoi semplifica la raccolta quotidiana degli escrementi. La lettiera (paglia, segatura, canapa), che ricopre il pavimento del pollaio, deve essere cambiata ogni settimana. La gallina preferisce deporre le uova in un ambiente tranquillo e buio.
I nidi (un nido ogni tre), foderato di paglia o di trucioli di legno, devono essere collocati a 50-70 cm dal suolo e mantenuti puliti per evitare che le uova si sporchino. Una mangiatoia e un abbeveratoio, al riparo dalle intemperie, completano l’allestimento.
La gallina è molto più sensibile al caldo che al freddo e uno stress termico di una certa intensità potrebbe esserle fatale. Essa ha bisogno di grattare il suolo e di avere accesso a un cibo vario: una zona esterna con erba è indispensabile.
Attenzione, un’elevata concentrazione di galline trasforma rapidamente un giardino in un deserto vegetale! Conviene disporre di almeno 10-20 m2 per gallina ed effettuare delle rotazioni delle zone di razzolamento affinché la vegetazione si rigeneri.
Se la superficie disponibile è molto estesa i gallinacei rispetteranno le piante, ma conviene proteggere i giovani germogli. Il parchetto esterno deve prevedere un abbeveratoio, degli arbusti (nascondigli, rifugi, riserve di insetti), zone d’ombra, una vasca di sabbia per i bagni di polvere. Le siepi proteggono le galline da eventuali predatori e impediscono loro di scappare (prevedere 1 metro di altezza per le razze pesanti e 2 metri per quelle leggere).